Museo delle Belle Arti di Granada

Museo delle Belle Arti di Granada

All'interno del Palazzo di Carlo V, accanto all'Alhambra, si trova la pinacoteca più importante di Granada: il Museo delle Belle Arti. Riunisce più di 2000 opere, tra dipinti e sculture.

Il Museo delle Belle Arti di Granada fu inaugurato nel 1839, diventando uno dei primi musei pubblici di Spagna. Nelle sue 6 sale, sono esposte più di 2000 opere di artisti del calibro di Alonso Cano, Pedro Machuca, José de Mora e Juan Ramírez.

Ubicato al primo piano del Palazzo di Carlo V, questo museo espone dipinti a olio, legno policromo, retabli, trittici, sculture e stalli per coro realizzati tra il XVI e il XVIII secolo.

Contapposta a tale varietà di tecniche vi è la tematica quasi esclusivamente religiosa della maggior parte delle opere. Ciò è dovuto al fatto che molte di queste furono recuperate da conventi e monasteri che finirono nelle mani dello stato dopo la cosiddetta desamortización di Mendizábal, nel 1836.

Il Museo delle Belle Arti fu inaugurato tre anni più tardi nell'antico convento di Santa Cruz de la Real. Dopo aver cambiato varie sedi, infine fu trasferita presso il Palazzo di Carlo V, dove si trova dal 1958.

Collezioni

  • Sala I: riunisce opere di influenza fiamminga, non essendoci modelli da seguire nell'arte spagnola del XV secolo. Spicca tra queste un grande gruppo scultoreo in legno policromo e dorato.  
  • Sala II: alberga dipinti e sculture dell'artista granadino Alonso Cano. È una delle sale più interessanti di tutto il museo. 
  • Sala III: la terza sala è dedicata ai pittori che seguirono i passi di Alonso Cano, come Pedro Atanasio, Juan de Sevilla o José de Mora.
  • Sala IV: le opere di questa sala non seguono la tematica religiosa e rappresentano paesaggi, ritratti e natura morta.
  • Sala V: espone l'arte granadina del XIX secolo, dedicata principalmente alla decorazione delle case della borghesia.  
  • Sala VI: riunisce opere di diversi artisti che ritrassero Granada e utilizzarono i paesaggi della città come tema principale delle proprie opere. 
  • Sala VIII: questa sala ospita le opere di artisti di spicco nel panorama artistico internazionale del XX secolo. 
  • Sala IX: L'ultima sala del museo è dedicata all'arte contemporanea.

Orario

Dal 1 aprile al 14 ottobre:
Da martedì a sabato: dalle 9:00 alle 20:00.
Domenica e festivi: dalle 9:00 alle 15:00.
Lunedì: chiuso.
Dal 15 dottobre al 31 marzo:
Da martedì a sabato: dalle 9:00 alle 18:00.
Domenica e festivi: dalle 9:00 alle 15:00.
Lunedì: chiuso.

Prezzo

Ciuttadini dell'Unione Europea: ingresso gratuito.
Cittadini di altri paesi: 1,50 (1,80US$)

Trasporto

Autobus: linee 30 e 32.